La disortografia è un disturbo della scrittura dovuto a deficit nei processi di cifratura che compromettono la correttezza delle abilità. Il soggetto disortografico commette errori ortografici significativamente superiori per numero e caratteristiche rispetto a quelli che ci si dovrebbe aspettare, facendo riferimento al suo grado d’istruzione.

Nelle indicazioni elaborate dalla Consensus Conference viene raccomandato, ai fini della diagnosi, di considerare il parametro accuratezza, che deve essere al di sotto del 5° percentile, e l’analisi qualitativa degli errori.

L’età minima in cui è possibile effettuare la diagnosi, come nel caso della dislessia e della disgrafia, coincide con la fine del 2 anno di scuola primaria, dal momento che questa età coincide con il completamento del ciclo di insegnamento della letto-scrittura.

Nelle indicazioni elaborate dalla Consensus Conference viene raccomandato, ai fini della diagnosi, di considerare il parametro accuratezza, che deve essere al di sotto del 5° percentile, e l’analisi qualitativa degli errori.

L’età minima in cui è possibile effettuare la diagnosi, come nel caso della dislessia e della disgrafia, coincide con la fine del 2 anno di scuola primaria, dal momento che questa età coincide con il completamento del ciclo di insegnamento della letto-scrittura.