Compensare le difficoltà di lettura
La dislessia ostacola l’attività di decodifica, che spesso risulta imprecisa, inespressiva e poco funzionale alla comprensione del testo in questione.

Questa difficoltà può essere compensata attraverso due sistemi:
1) La lettura con SINTESI VOCALE
2) La lettura con LA VOCE UMANA

LETTURA CON SINTESI VOCALE

Il sintetizzatore vocale, è un programma che permette allo studente di leggere una discreta quantità di documenti senza dipendere dagli altri. Questo strumento trasforma il testo scritto (PDF, DOC, ecc.) in un testo audio.
Non è un surrogato di un lettore “in carne e ossa”, ma un MODO ALTERNATIVO di accedere al testo scritto. La sintesi legge male, perché legge senza capire nulla di quello che sta leggendo. Per superare questo limite è necessario sfruttare adeguatamente la componente visiva della pagina (iconografia, informazioni paratestuali, ecc.) e utilizzarla IN MODO ATTIVO. Con il tempo il lettore impara a integrare le informazioni ottenute sia attraverso il canale uditivo, sia attraverso quello visivo.
È opportuno avviare l’alunno dislessico ad un primo uso della sintesi vocale già dalla scuola primaria (senza rinunciare alla lettura tradizionale) attraverso prodotti gratuiti, perché consentono un avvicinamento graduale (che può coinvolgere anche tutta la classe) senza spese economiche.

LA LETTURA CON LA VOCE UMANA

La lettura con voce umana può avvenire o attraverso una persona fisicamente presente e disponibile, oppure mediante un prodotto realizzato appositamente da qualcuno come nel caso degli audiolibri.

L’AUDIOLIBRO e il libro parlato sono libri letti da un lettore che vengono registrati e poi distribuiti su CD o su file MP3.

PROGRAMMI PER GESTIRE I LIBRI DIGITALI

Il LIBRO DIGITALE è la versione digitalizzata, solitamente in formato PDF, della versione cartacea di un libro. Il PDF rappresenta per i DSA un’ottima soluzione perché la pagina visualizzata è identica alla versione stampata, sia nel contenuto, sia nell’aspetto grafico. Consente di integrare informazioni sonore con quelle visive.

Il suo “corretto” utilizzo richiede del tempo e pratica. All’inizio, il libro digitale non sostituisce quello cartaceo che va tenuto aperto sul tavolo e consultato. È consigliato applicare la sintesi a brevi porzioni di testo e abituare gli studenti a concentrarsi sul video seguendo il flusso della lettura che viene evidenziato.

NON SEMPRE È POSSIBILE AVERE A DISPOSIZIONE I FILE PDF, per cui capita di doverli acquisire direttamente dal formato cartaceo usando uno SCANNER e un programma di riconoscimento, chiamato OCR in grado di riconoscere i caratteri tipografici e convertirli in formato digitale.